19 Settembre 2020
documenti

Non è questa l’accoglienza, MSF lascia l’hotspot di Pozzallo con una dura denuncia - di Stefano Galieni

02-01-2016 - 174,89 KB - accoglienza profughi
icona relativa a documento con estensione pdf Non è questa l’accoglienza, MSF lascia l’hotspot di Pozzallo con una dura denuncia - di Stefano Galieni

«MSF non può prendersi cura dei pazienti, a causa di condizioni di accoglienza inadeguate e poco dignitose». In maniera secca e netta, Medici Senza Frontiere, organizzazione umanitaria premio Nobel nel 1999, attiva in molti teatri di guerra, di fuga e di crisi e che da sempre ha fatto dell’indipendenza da ogni istituzione il proprio punto di forza, ha annunciato di uscire dal Centro di Primo Soccorso e Accoglienza (ormai di fatto hot spot) e contemporaneamente la chiusura del progetto di supporto psicologico nei CAS della provincia di Ragusa. (...)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio