25 Novembre 2020
documenti

La presentatrice contro i razzisti da social network: "E´ ora di ribellarsi"

08-08-2015 - 7,17 MB - accoglienza profughi
icona relativa a documento con estensione mp4 La presentatrice contro i razzisti da social network: "E´ ora di ribellarsi"

"E´ ora di ribellarsi: quelli che fomentano l´odio su internet devono sapere che non sono tollerati. (...) Fino a poco tempo fa i razzisti commentavano usando pseudonimi. Ora non si vergognano più, anzi frasi come ´Sporchi parassiti dovete annegare in fondo al mare´ ottengono valanghe di like. (...)
Opponetevi, parlate, svergognateli in pubblico"
(Anja Reschke)



"E´ ora di ribellarsi: quelli che fomentano l´odio su internet devono sapere che non sono tollerati". E´ diventato in poche ore un vero e proprio manifesto contro il razzismo il video editoriale della presentatrice tedesca Anja Reschke. La Reschke ha usato la sua striscia di due minuti sulla tv ARD per lanciare l´allarme sull´esplosione dell´odio contro i rifugiati che si autoalimenta sui social network: "Fino a poco tempo fa i razzisti commentavano usando pseudonimi. Ora non si vergognano più, anzi frasi come ´Sporchi parassiti dovete annegare in fondo al mare´ ottengono valanghe di like".

Secondo la Reschke non si tratta solo di parole al vento: riferendosi ai recenti attacchi incendiari contro le case di rifugiati in Germania, la presentatrice sostiene che "le campagne di odio su internet hanno innescato dinamiche che hanno portato un incremento delle violenze di estrema destra". Per questo, tutti quelli che pensano che i rifugiati non siano dei vermi da bruciare, devono farsi avanti e combattere per le proprie idee: "Opponetevi, parlate, svergognateli in pubblico", è l´appello della Reschke, che chiama a una "rivolta della gente per bene" come quella lanciata nel 2000 dall´allora cancelliere Gerhard Schroeder dopo l´incendio della sinagoga di Dusserdolf.
video
Il video editoriale della presentatrice tedesca Anja Reschke. La Reschke ha usato la sua striscia di due minuti sulla tv ARD per lanciare l´allarme sull´esplosione dell´odio contro i rifugiati.
"E´ ora di ribellarsi: quelli che fomentano l´odio su internet devono sapere che non sono tollerati. (...) Fino a poco tempo fa i razzisti commentavano usando pseudonimi. Ora non si vergognano più, anzi frasi come ´Sporchi parassiti dovete annegare in fondo al mare´ ottengono valanghe di like. (...)
Opponetevi, parlate, svergognateli in pubblico"
(Anja Reschke)



"E´ ora di ribellarsi: quelli che fomentano l´odio su internet devono sapere che non sono tollerati". E´ diventato in poche ore un vero e proprio manifesto contro il razzismo il video editoriale della presentatrice tedesca Anja Reschke. La Reschke ha usato la sua striscia di due minuti sulla tv ARD per lanciare l´allarme sull´esplosione dell´odio contro i rifugiati che si autoalimenta sui social network: "Fino a poco tempo fa i razzisti commentavano usando pseudonimi. Ora non si vergognano più, anzi frasi come ´Sporchi parassiti dovete annegare in fondo al mare´ ottengono valanghe di like".

Secondo la Reschke non si tratta solo di parole al vento: riferendosi ai recenti attacchi incendiari contro le case di rifugiati in Germania, la presentatrice sostiene che "le campagne di odio su internet hanno innescato dinamiche che hanno portato un incremento delle violenze di estrema destra". Per questo, tutti quelli che pensano che i rifugiati non siano dei vermi da bruciare, devono farsi avanti e combattere per le proprie idee: "Opponetevi, parlate, svergognateli in pubblico", è l´appello della Reschke, che chiama a una "rivolta della gente per bene" come quella lanciata nel 2000 dall´allora cancelliere Gerhard Schroeder dopo l´incendio della sinagoga di Dusserdolf.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio