27 Novembre 2020
documenti
percorso: Home > documenti

KOS - Immagini da una deportazione.

13-08-2015 - 927,11 KB - accoglienza profughi , Editoriali
icona relativa a documento con estensione pdf KOS - Immagini da una deportazione.

Più di duemila migranti sono rinchiusi nello stadio dell´isola greca di Kos. Sono uomini, donne e bambini originari soprattutto della Siria e dell´Afghanistan, che per giorni hanno dormito per strada senza assistenza.
La polizia li ha costretti a entrare nello stadio per essere identificati. Molte persone si stanno sentendo male a causa del caldo e ci sono continui svenimenti, uno ogni 15 minuti secondo Medici senza frontiere. Ieri ci sono stati scontri con la polizia, che ha usato granate stordenti per sedare le rivolte.
Circa mille persone sono nello stadio senza acqua e senza ombra, mentre altri 1.500 si trovano in una parte dello stadio più riparata dal sole.
Secondo Medici senza frontiere, la situazione è fuori controllo: non c´è coordinamento e non ci sono le autorità che dovrebbero occuparsi dei rifugiati. C´è solo la polizia a occuparsi dei profughi come se fossero un problema di ordine pubblico e non un problema umanitario. (http://www.internazionale.it/video/2015/08/12/kos-rifugiati-stadio)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio