01 Aprile 2020
documenti
percorso: Home > documenti

I soliti noti, il danno alla società italiana e il silenzio della comunità scientifica

04-04-2016 - 207,59 KB - Editoriali , Costruzione Sociale del Razzismo , Archivio degli Orrori
icona relativa a documento con estensione pdf I soliti noti, il danno alla società italiana e il silenzio della comunità scientifica


di Giuseppe Faso
Pochi anni fa, un autorevole criminologo, Dario Melossi, alla fine di un’analisi assai severa del libro di Barbagli sulla criminalità degli immigrati, osservava: “La grossolanità delle sue tesi dal punto di vista sociologico, insieme al danno causato dalla loro popolarità – danno agli immigrati, certo, ma innanzitutto e ben di più alla comunità italiana nel suo complesso, per la legittimazione conferita a posizioni che non hanno fatto che rendere assai più difficile l’elaborazione di politiche razionali rispetto ad un fenomeno, quello dell’immigrazione, che è probabilmente il fenomeno sociale più importante accaduto in Italia negli ultimi vent’anni –, avrebbe dovuto sollecitare approcci critici ben più autorevoli, decisi, e risoluti. Sarebbe dovuta essere la «comunità sociologica» italiana – e non eccettuo certamente chi sta ora scrivendo! – a criticare e correggere Barbagli, invece di lasciarlo libero di perseverare diabolicamente nell’errore, edizione dopo edizione dello stesso testo.
” (“I soliti noti”, in “Etnografia e ricerca qualitativa” n. 3, dicembre 2010). (...)

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio