20 Settembre 2020
documenti

FIUMI DI PAROLE (di Stefano Galieni e Sergio Bontempelli)

17-08-2015 - 158,64 KB - accoglienza profughi
icona relativa a documento con estensione pdf FIUMI DI PAROLE (di Stefano Galieni e Sergio Bontempelli)

Ma immigrato è un termine svalutativo? E zingaro? L´etnia è una cosa che tutti hanno o solo qualcuno? E come è cambiata la connotazione di clandestino dalla canzone di Manu Chao? Attorno al fenomeno migratorio si è costruito un lessico che molto spesso carica di ambiguità negativa termini teoricamente neutri. Come immigrato, per esempio, che in certi contesti è assurto a sinonimo di soggetto potenzialmente pericoloso. Scegliere di non utilizzare certi termini, e di sostituirli con altri sfidando talvolta la semantica, però non è sempre la strada migliore: le parole sono il veicolo dei nostri pensieri e "truccarle", anche se con le migliori intenzioni, rischia di portare fuori strada. A seguire, un estratto parziale di questo lessico. (...)

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio